Quando usare il tagliere

Il Periodo di Natale è il momento dell’anno in cui si è soliti passare più tempo insieme ad amici e parenti, fare festa e condividere dei bei momenti e sono un’occasione per gustare insieme i prodotti tipici della nostra terra. Uno dei momenti di maggiore aggregazione e condivisione è sicuramente il momento dell’aperitivo: si parla, si degusta del buon vino, si mangia qualcosa di buono e goloso. Da qualche anno il tagliere di formaggi e salumi è diventato il re degli aperitivi anche nei pranzi e nelle cene in famiglia, perché consente di portare in tavola dei prodotti di alta qualità, in maniera scenografica e sopratutto permette di bere e mangiare in modo semplice e conviviale. Ma come si compone un tagliere di salumi e formaggi bello da vedere e da mangiare? Scoprite i nostri suggerimenti su come creare il vostro tagliere natalizio di salumi e formaggi:

  • Scegliere i formaggi
  • Scegliere i Salumi
  • Gli abbinamenti
  • Il Vino
  • Il tagliere

 

Scegliere i formaggi

I formaggi per il tagliereNella selezione dei formaggi è necessario bilanciare tra formaggi stagionati, di media stagionatura e freschi, così da offrire a tutti i commensali la possibilità di seguire i propri gusti o lasciarsi guidare dalla selezione di prodotti che avete fatto. Nella vostra scelta è anche importante decidere se utilizzare formaggi di latte di pecora, di latte vaccino o dei caprini, dal gusto più intenso e particolare.

La cosa che dovete tenere bene a mente è quella di offrire un’esperienza gustativa differente, proponendo non solo formaggi conosciuti, ma anche qualche nuova tipologia che si sposi bene con abbinamenti inediti e sfiziosi. Per un pranzo in famiglia, di circa 10 persone suggeriamo di selezionare almeno 4 varietà di formaggi, due stagionati, un formaggio a pasta molle e qualcosa che invece stuzzichi il vostro palato, possibilmente non deve mancare un formaggio di capra, che delizierà i palati più esigenti.

Il nostro suggerimento per non sbagliare scelta del formaggio è di utilizzare prodotti regionali di qualità, magari anche di piccoli produttori, così da portare a tavola un nuovo gusto!

Scegliere i Salumi

I salumi per il tagliereIn un tagliere pieno di gusto e sfizioso non possono mancare i salumi e così come per i formaggi, esistono tante tipologie di salumi, ma in questo caso possiamo avere due categorie principali che ci aiutano nello scegliere gli accostamente ideali per il nostro tagliere:

  • Salumi crudi: la grande famiglia dei salumi italiani all’interno della quale rientrano salame, prosciutto crudo, speck, lardo, salsiccia. Sicuramente il salume siciliano per eccellenza è il Salame di S.Angelo di Brolo, che può essere aromatizzato con il finocchieto, il pistacchio di bronte, o piccante.
  • Salumi cotti tra cui si possono annoverare il prosciutto cotto, la porchetta e la mortadella.

Nel creare il vostro tagliere potete decidere se utilizzare solo salumi crudi o se inserire qualche salume cotto. In linea generale però è bene che nella selezione teniate conto della stagionatura dei salumi e della quantità di grasso, così da proporre un percorso gustativo differente.

Anche in questo caso utilizzare prodotti tipici regionali, oltre ad essere garanzia di qualità, vi porterà ad esplorare gusti nuovi ed inediti.

 

Gli abbinamenti

Per proporre un tagliere ricco, gustoso ed anche coreografico sarà importante arricchirlo con frutta secca, conserve, olive, pane, grissini, anche frutta fresca. Il gioco è bilanciare i sapori, puntare sui contrasti e sulle sfumature del gusto, tra il dolce ed il salato, il sapido ed il fresco, stimolare anche gli ospiti ad assaggiare e provare nuovi e gustosi abbinamenti.

Se optate per la frutta secca non possono mancare mandorle e pistacchi salati, che saranno perfetti con i formaggi a pasta molle, e sarà invece incredibile sperimentare i fichi secchi con i formaggi stagionati in continuo rimando tra dolce e sapido.

Olive verdi e nere sapranno abbinarsi perfettamente con tutti i formaggi, così come il pane nero di tumminia che con il salame di suino nero è un connubio irrinunciabile. Per gli appassionati del genere le conserve e le confetture dolci sono un abbinamento perfetto con i formaggi e in alcuni casi possono sposarsi bene anche con i salumi, come ad esempio il lardo.

Nella composizione del tagliere perfetto gli abbinamenti da fare sono quindi:

  • Frutta secca: mandorle, pistacchi, fichi secchi
  • Frutta fresca: fichi d’india, mandarini di ciaculli,
  • Contorni: olive neri, olive verdi, pomodori secchi
  • Pane nero di tumminia
  • Conserve: miele, confetture alla frutta

 

Il Vino

I vini per il tagliereCon un tagliere ricco, invitante e pieno di sfiziosità da mangiare è bene abbinare un buon vino, da degustare con calma, tra un formaggio e l’altro. Un rosso è perfetto se il tagliare è sbilanciato su formaggi stagionati e salumi anch’essi stagionati e molto saporiti. Ultimamente anche alcuni vini bianchi si prestano ad accompagnare formaggi ed antipasti. Chi vuole un’alternativa può optare per un rosè, che al contrario di quanto si possa pensare, negli ultimi anni stanno diventando vini di ottima qualità, raccogliendo sempre più consensi tra appassionati ed esperti.

Il tagliere

Ma quale tagliere scegliere? I materiali più adatti sono sicuramente il legno ed il marmo. Un bel tagliere in legno, magari in ulivo, è di sicuro effetto e restituisce un effetto naturale ed un bel clima di convivialità. Sia rotondo che rettangolare, un tagliere in legno è sicuramente perfetto da portare a tavola e riempire di frutta secca, pane, grissini e confetture. I formaggi possono essere lasciati interi o affettati, i salumi è consigliabile affettarli sempre prima.

Avete già dato un’occhiata ai nostri prodotti esclusivi per comporre il Vostro tagliere?

Cosa aspettate!